Chi sono

La fotografia come stile di vita

Mi chiamo Gianni, la mia attività di fotografo professionale riguarda principalmente la comunicazione pubblicitaria. Lavoro in Italia e all’estero, ma sopratutto a Roma e ai Castelli Romani, luogo dove vivo.  Le competenze acquisite mi consentono di operare negli ambiti più diversi, dal  commercio on line, allo still life ai reportage aziendali ed industriali, eventi, interior design e food, una delle mie più grandi passioni: non mi piace solo fotografarlo, ma anche mangiare. Ho iniziato da autodidatta fin da piccolo, con una reflex analogica regalatami da mio padre per immortalare le nostre vacanze. Da allora non l’ho più lasciata; una passione che si è trasformata in lavoro. La mia passione non è solo il cibo, ma raccontare storie: dietro ognuno di noi si nascondono spesso storie uniche, straordinarie.

Il mio stile fotografico predilige la semplicità: una foto per essere efficace deve rispondere a determinati canoni di estetica, non amo usare artifici, mi piace un’immagine più fedele possibile alla realtà. La post produzione digitale la considero una fedele alleata, ma non lo strumento principale, mi piace invece giocare molto con la luce.

Il mio ambito di lavoro preferito è il Cinema e il Teatro. Come fotografo di scena ho collaborato a molti progetti: film, documentari, cortometraggi che negli anni ha culminato con l’organizzazione insieme ai miei colleghi e amici, David Cardarelli e Alessandra Battaglia, al New Movie Club Film Festival di Palestrina. Una palestra e un trampolino di lancio per molti altri progetti con i più grandi protagonisti del cinema italiano. Il Teatro però è quello che di più ho nel cuore: l’odore del legno del palco, la trepidazione del dietro le quinte prima dello spettacolo, gesti, movimenti, ma sopratutto emozioni. La fotografia di teatro è un intimo dialogo tra fotografo e attore, uno scambio di emozioni; non è solo il racconto didascalico dell’evento, ma dare al pubblico un punto di vista più profondo, stupirlo.

L’esperienza accumulata nel Cinema e nel Teatro mi ha portato inevitabilmente a confrontarmi nella fotografia di matrimonio. 

Il mio stile è prevalentemente reportagistico. Mi piace essere un osservatore non invadente, cercando di cogliere l’autenticità delle emozioni che si vivono durante una giornata speciale come quella del Matrimonio. Ovviamente non faccio mancare mai una breve sessione fotografica di coppia, in cui realizzo una serie di ritratti ai novelli sposi, il tutto però senza sottrarre la coppia troppo a lungo dalla loro festa e senza ricercare, necessariamente, pose forzate e poco naturali. Per questa ragione cerco di eseguire le mie riprese sempre in luce naturale, cercando di limitare l’uso del flash solo in casi estremi.

Realizzo immagini con la convinzione che sto creando qualcosa di grande valore, che durerà nel tempo e restituirà ai miei clienti grandi emozioni nel futuro.